Main Menu

Zivignago: uccisa dal marito sotto gli occhi dei figli

Il corpo di Carmela Morlino di 36 anni, è stato scoperto in un appartamento di Zivignago, in via Cargadora, vicino a Pergine, nella notte. 

La donna  è stata uccisa a coltellate dall'ex marito, Marco Quarta. Il corpo sarebbe stato scoperto dai vicini di casa che poi hanno fatto intervenire le forze dell'ordine. Sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri della vicina stazione di Pergine oltre ai colleghi del nucleo investigativo di Trento. Si è aperta subito la caccia all'ex marito della donna (i due sono genitori di due figli piccoli) sparito nel nulla. A Zivignago si è recato anche il procuratore Amato per coordinare le indagini.

Quanto trovato dai carabinieri è raccappricciante, macchie di sangue dappertutto e una confusione indescrivibile, frutto probabilmente di un'estrenua lotta.

I figli della donna di 4 e 7 anni starebbero bene e sarebbero stati presenti al momento del delitto. Pare che l'ex marito stesse aspettando la donna fuori dall'abitazione e quando lei è tornata a casa lui l'avrebbe aggredita e uccisa davanti ai figli. Si è appreso inoltre che l'ex marito si trovava agli arresti domiciliari per precedenti episodi di violenza domestica.

I figli vista la situazione sono scappati bussando alla porta della dirimpettaia che gli ha ospitati e ha chiamato subito le forze dell'ordine

Dopo i rilievi delle forze dell'ordine la salma è stata caricata su un mezzo delle pompe funebri e trasportata all'ospedale dove dovrebbe essere fatta l'autopsia. Al momento l'unica pista che stanno seguendo gli inquirenti è quella dell'omicidio passionale. 

La casa dove è avvenuto il delitto si trova fuori dal paese di Zivignago, lungo la strada che porta a Vignola Falesina. L'abitazione si trova all'interno di un nucleo di vecchie case ristrutturate di recente. Pare che il cadavere della vittima sia stato rinvenuto all'esterno della sua abitazione.

I residenti sono sotto shock da stanotte, soprattutto perchè non si sapeva nulla dei litigi e Marco Quarta era ricordato come uomo tranquillo e sempre vicino ai figli anche dopo la separazione. L'uomo era residente da un po’ a Sant’Orsola Terme, in val dei Mocheni dove era agli arresti domiciliari.{facebookpopup}

 
 






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*