Main Menu

Spiagge trentine eccellenti per la balneazione

La Giunta provinciale, su iniziativa dell'assessore provinciale alla salute e politiche sociali, Luca Zeni, ha individuato le spiagge idonee alla balneazione per la stagione 2016. 
Il monitoraggio ha riguardato 39 zone, che hanno ottenuto il massimo della qualità delle acque (eccellente), con la sola eccezione del lago di Cavedine (buono).
 
Il campionamento è stato ottenuto sulla base delle risultanze dei controlli eseguiti dall’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente, su proposta dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari.

La prossima stagione balneare inizierà in Trentino dal 1 maggio per finire il 30 settembre 2016. I laghi interessati sono venti: Caldonazzo, Canzolino, Cei, Garda, Idro, Lagolo, Lamar, Lases, Lavarone, Ledro, Levico, Molveno, Piazze, Santo, Serraia, Tenno, Terlago, Cavedine, Nembia e Roncone.

Al fine di accertare la qualità delle acqua, l'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente (Appa), su proposta dell'Azienda sanitaria provinciale (Apss), ha effettuato un monitoraggio in 39 spiagge (di cui 8 per il lago di Garda e 9 per quello di Caldonazzo).

Le analisi hanno confermato l'alto livello di qualità delle acque dei laghi del Trentino: il campionamento ha dato per le acque campionate una classe di qualità buona per il lago di Cavedine ed di qualità eccellente per tutte le altre.

Il monitoraggio della qualità delle acque di balneazione prevede che siano effettuate, ad ogni controllo, rilevazioni di parametri ambientali (temperatura aria, temperatura aria, vento, corrente, onde), ispezioni di natura visiva (residui bituminosi, vetro, plastica, gomme, altri rifiuti) e prelievi di campioni di acqua  per l’analisi batteriologica in laboratorio. Fra gli obiettivi, accanto ad una elevata attenzione alla qualità  delle acque di balneazione, che vengono attentamente monitorate, rientra anche l'informazione tempestiva ai cittadini sulla qualità delle stesse e su ogni eventuale variazione.

Oggi la Giunta provinciale, sulla base delle risultanze dei controlli  eseguiti dall’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente, su proposta dell’Apss, ha individuato le spiagge idonee alla balneazione per la stagione 2016. 

Il provvedimento sarà successivamente notificato al Ministero della Salute, al Ministero dell’Ambiente, all’Azienda Sanitaria e ai Comuni trentini.






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*