Main Menu

Presentato il libro “Tra Turchia e Siria. Lune e mezze lune in terre di confine”

Nella sala dell’Aurora di palazzo Trentini venerdì 8 aprile è stato presentato il libro di Micaela BertoldiTra Turchia e Siria. Lune e mezze lune in terre di confine”.

Un racconto di viaggio, come ha ricordato l’autrice, fatto, con un gruppo di amici, tra i quali don Marcello Farina, nel giugno 2011, nel sud – est dell’Anatolia. Un viaggio che, nelle pagine del libro, è diventato una riflessione sulla storia e l’oggi di un confine che ha diviso e divide le grandi fedi, cristiana, ebraica, ortodossa e islamica, e grandi correnti di pensiero filosofico e scientifico. Un confine, con le sue varietà umane e la bellezza fisica, tra l’Europa che si sente assediata dai profughi di guerre esplose dopo la brevi “primavere” democratiche del 2011.

Pagine letterarie, poetiche, ma anche politiche attorno a un’area geografica e umana da sempre caratterizzata da contraddizioni estreme: alta cultura e fanatismo, civiltà e violenza. Una lettura del Medio Oriente, ha ricordato la professoressa Emanuela Rossini, che è riuscita ad andare al di là della tradizionale visione, fondamentalmente negativa, che l’Occidente da secoli si è costruito di popoli mediorientali.

Il Presidente del Consiglio, Bruno Dorigatti, nel suo intervento alla presentazione, coordinata dal direttore del Corriere del Trentino, Enrico Franco, ha detto che il libro rappresenta “un grande insegnamento, in un tempo nel quale viaggiare sembra solo uno svago della mente, una parentesi priva di significati, e non un’esperienza di conoscenza, nella quale mettere alla prova le proprie convinzioni e conoscenze, durante la quale porsi il problema del confronto con l’altro, senza presunzioni”. Un’esplorazione dell’importante tema del confine che, ha ricordato Dorigatti, si è riaffacciato drammaticamente anche nella nostra terra con la questione del Brennero. “Il ritorno dei confini – ha concluso il Presidente del Consiglio – rappresenta un ritorno indietro. Un ritorno a tempi oscuri”.






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*