Main Menu

Trentino Rock Live festival: nella seconda serata The Beach Strummers, Beat Juice e Stargazers

Martedì, al parco Braille di Cristo Re, nella seconda serata di Trentino Rock live festival, la kermesse musicale inserita dentro la manifestazione «Cristo Re: il rione in piazza» i primi a salire sul palco saranno The Beach Strummers il duo acustico  composto da Gianluigi Ciresa, e Ivan Gasperi.

Il duo acustico nasce “per caso” in una serata come tante a Trento, alla fine dell’estate del 2014, dall’incontro tra il cantante e chitarrista principale Gian Luigi e il chitarrista ritmico Ivan.

Il nome del gruppo nasce da una serie di giochi di parole: all’inizio doveva essere “I chitarristi da spiaggia“, poi tradotta in inglese in “Strummer of the beach” (portando alla mente una celebre canzone del gruppo heavy metal Iron Maiden) per poi fissarsi definitivamente in un più semplice “Beach Strummers”.(foto in fondo all’articolo)

Nel loro repertorio anche canzoni rivisitate in acustico che vanno dal rock, al grunge, al traditional/folk (irlandese, ma non solo)

Alle 21.30 sarà la volta dei Beat Juice. (foto titolo) Nata nel 2012 la band è formata da Odille Berloffa («da sempre aspirante cantante» – dice di lei), Nicola Ferrandi («chitarrista avventato e divertito»), Omar Voltolini («imprevedibile batterista»), Manuel Loss («bassista nato slapper») e Giampaolo Franco («super elogiato chitarrista»).

Insieme appunto danno vita ai Beat Juice, una funky-rock band, ovvero «quando il funky incontra il rock».

Dopo un anno trascorso rinchiusi in sala prove a lasciar fluire la propria creatività, cogliendo ispirazione dai piccoli e insignificanti, ma preziosi, attimi vissuti insieme, riescono a realizzare un variegato repertorio di brani che parlano di banale quotidianità, di momenti riflessivi/esistenziali e anche di ironica protesta.

Così finalmente riescono ad uscire allo scoperto per regalare ritmo, brio e divertimento al pubblico, esibendosi di tanto in tanto in locali, feste e manifestazioni. 
All’attivo ancora nessun album e nessun video, ma pare che ci siano dei lavori sono in corso…

Quasi un centinaio di concerti in tutto il Trentino negli ultimi 5 anni. Questo il biglietto da visita degli Stargazers, (foto sotto) la terza band che chiuderà la seconda serata di Trentino Rock Live festival.

Appena quindicenni, in formazione “duetto chitarra-voce e batteria”, dopo l’esordio alle selezioni dell’edizione 2009 del Festival Acustico hanno avuto l’opportunità di suonare e farsi conoscere in Valle dei Laghi grazie all’Associazione Forza Band & Friends, alla quale tutt’ora sono particolarmente legati.

Poi arriva il completamento del loro sound invitando Daniele al basso, che a quei tempi aveva appena 12 anni. Con il passare dei mesi la loro attività musicale prosegue intensivamente, e vede in calendario anche nomi di eventi prestigiosi, quali “Notti di Maggio 2011“, “Sot ala Zopa“, “I Martedì delle Band”; ma il coraggio di mettersi alla prova non manca.

Hanno partecipato infatti a molti concorsi musicali, girando gran parte del Trentino e ricevendo molte soddisfazioni: tre volte consecutive conquistano il secondo premio allo “Young Tribute Festival” di Calavino e il secondo gradino del podio al concorso “Fino in Fondo”, in Val di Non. Ma siamo sicuri vista la giovane età che non potrebbe finire qui.

stargazers

La svolta nella loro carriera avviene nel 2014 con la vittoria nella categoria “cover band” del contest “Stasera mi butto-Loss di Gean” promosso dal Music Club di Egna, e con la conquista del primo premio al Centro Musica Awards.

Questi due grandi premi hanno fruttato la possibilità di entrare nel panorama musicale altoatesino, l’accesso ai corsi base di Area Sanremo (con relative selezioni) e il passaggio alla seconda fase del concorso nazionale “Tour Music Fest”.

La band ha un ampio repertorio di cover e quasi una decina di pezzi originali, alcuni dei quali sono stati registrati in studio (due al Metro Rec di Riva del Garda nel 2012 e gli altri al NIVA Your Sound a Pomarolo).

Il loro genere spazia dal rock ‘n roll del grande Elvis al pop di George Michael e KT Tunstall, ma non mancano classici rock come “Should I stay or should I go” dei Clash.

beach






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*