Main Menu

Fai Cisl, Bastiani: «ecco la realtà dei fatti e tutte le menzogne dette sul progettone»

«A circa quattro mesi dalla sottoscrizione del verbale di accordo che ha rinnovato il Contratto del Progettone e grazie al lavoro del tavolo tecnico di confronto, strumento innovativo e dinamico istituto proprio con il nuovo contratto, vengono puntualmente smentite una ad una le “cassandre” dei detrattori seriali». 

Ad affermarlo con tanto di documentazione fotografica è Fulvio Bastiani il segretario della Fai Cisl Trentino. 

«Ma andiamo con ordine – continua Bastiani – evidenziando in sottolineato le bugie riportate negli ultimi tempi sull’argomento che ha diviso i sindacati e non solo».

Nei volantini, nei post pubblicati sui profili Facebook, nei comunicati stampa e negli incontri serali nelle zone, la portavoce del coordinamento affermava che:  «Le paghe sarebbero diminuite in maniera sensibile ( si è parlato di lastrico )»

«In realtà come si è visto, gli stipendi sono rimasti praticamente immutati in virtù dell’anticipo della parte di premio (che di fatto é pari all’importo mensile che scaturiva dalla vecchia prima fascia chilometrica ) e per effetto della reintroduzione dell’indennità di euro 7,28 giornalieri, subito da noi ripristinata non appena si sono riscontrate delle difficoltà nell’utilizzare il badge in alcune zone del territorio provinciale (card caricata della stessa cifra netta corrispondente ) «Godere di giorni di ferie avrebbe comportato una
diminuzione dello stipendio» «In realtà l’anticipo del premio (agli Oti) viene corrisposto per intero (80 euro) anche nel caso di godimento di giorni di ferie: smentite quindi clamorosamente le dichiarazioni contenute nel post riportato qui a fianco e pubblicato su Facebook da un’ esponente di spicco del Coordinamento nel propriopro_1profilo ufficialmente dove si prospettava chiaramente questa decurtazione.  Almeno ha avuto il pudore di usare la forma dubitativa, anche se poi non ha resistito al richiamo del populismo spicciolo»
spiega Bastiani che aggiunge anche «I compensi sindacali in Trentino sono pubblicati sui nostri siti internet».

«L’indennità temporanea sarebbe stata erogata nei soli mesi di luglio e agosto»

pro_2«In realtà, – continua Bastiani –  per espressa volontà della parte sindacale presente nel Comitato Tecnico di Confronto, l’indennità sarà corrisposta fino a quando anche l’ultimo dei lavoratori sarà messo nelle condizioni di esercitare il proprio diritto ad utilizzare i buoni pasto (vista la complessità delle operazioni legate alla mancata capillarità dei punti vendita su tutto il territorio provinciale, l’importo di 7,28 euro giornalieri sarà quindi erogato sicuramente anche nei prossimi mesi ). Il Comitato Tecnico di Confronto inoltre sta valutando altre soluzioni ad esempio per quei lavoratori che si troveranno in difficoltà ad utilizzare il badge anche dopo i nuovi convenzionamenti con blu ticket che si stanno via via moltiplicando con i più diversi pubblici esercizi sparsi sul territorio provinciale».

Secondo Bastiani quindi viene smentita anche in questo caso la portavoce del Coordinamento che sul proprio profilo ufficiale Facebook affermava che l’indennità sarebbe stata erogata appunto solo durante i due mesi estivi ( testualmente luglio e agosto ).

«Subito prima un’altra menzogna portentosa: per aizzare le folle, – conclude infine Fulvio Bastiani –  la portavoce infatti mente clamorosamente quando scrive che ….”la Quattordicesima l’anno prossimo sarà di euro 200,00 circa….” ( posizione delle virgole a parte, chiarissimo l’intento di esasperare gli animi o forse di voler partecipare ad un corso di formazione, per capire meglio la materia).
pro_3Ci fermiamo qui. Quelle che avete letto, sono affermazioni che compaiono nei profili ufficiali e quindi non sono battute da bar. Su una cosa siamo assolutamente d’accordo: basta solo aspettare e vedere cosa succede. I lavoratori se ne stanno perfettamente rendendo conto, verificando e confrontando direttamente le buste paga. Questo varrà anche per i benefici (economici e per la salute in termine di cura e prevenzione ) che porterà il fondo sanitario integrativo (Sanifonds).
Inoltre, nell’ambito del Comitato Tecnico di Confronto ( parte integrante del Contratto per i lavoratori del Progettone ) le Organizzazioni Sindacali Firmatarie continuano a vigilare sulle novità introdotte e come sempre si confronteranno con i propri associati nelle assemblee territoriali, come da tradizione ultra ventennale».






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*