Main Menu

Solvay 1927 – Trento 2017: la fisica e le donne

Una foto iconica che è diventata punto di riferimento, non soltanto per la comunità scientifica, per rappresentare il talento, la capacità di visione e innovazione nella fisica.

Ma è diventata anche simbolo di un periodo storico caratterizzato per la marcata assenza di scienziate. Ad eccezione di Marie Skłodowska Curie, unica scienziata donna, tutti gli altri immortalati erano uomini. È la celebre foto che venne scattata in occasione del Congresso di Solvay del 1927. La foto compie quest’anno compie 90 anni e si è voluto oggi celebrarla in un modo speciale in occasione del 103 congresso della Società Italiana di Fisica, ospitata dall’Università di Trento. Una rivisitazione unica della foto, perché a posare sono state 28 fisiche italiane e un solo fisico.

L’iniziativa è stata promossa per sensibilizzare sull’importanza di rendere visibile le tante donne che già lavorano nel campo della fisica in Italia. E per incoraggiare la diffusione di modelli femminili per quanto riguarda gli ambiti scientifici.

La fotografia è stata realizzata nel cortile del Polo scientifico e tecnologico Fabio Ferrari dal fotografo Giovanni Cavulli e su iniziativa dell’Università di Trento e della Società Italiana di Fisica. SIF. L’iniziativa ha concluso una mattinata dedicata alla riflessione sulle carriere scientifiche delle donne, che si è svolta in occasione del congresso

PRIMA FILA, DA SINISTRA: Cinzia Giannini, Anna Di Ciaccio, Guido Tonelli, Monica Colpi, Antigone Marino, Chiara La Tessa, Patrizia Cenci, Luisa Cifarelli, Beatrice Fraboni

SECONDA FILA, DA SINISTRA: Simonetta Croci, Daniela Calvo, Lidia Strigari, Silvia Picozzi, Alessandra Gugliemetti, Alessandra Rotundi, Angela Bracco, Olivia Levrini, Speranza Falciano

TERZA FILA, DA SINISTRA: Elisa Molinari, Marina Cobal, Roberta Ramponi, Francesca Vidotto, Silvana Di Sabatino, Silvia Tavazzi, Nadia Robotti, Clementina Agodi, Edwige Pezzulli, Sara Pirrone, Marta Greselin

Clicca qui per scaricare i loro profili






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*