Main Menu

La Provincia promuove corsi di Rumeno nelle scuole. Quali sono i costi? Degasperi Interroga la giunta

Singolare iniziativa della provincia autonoma di Trento che in data 29 settembre 2017, attraverso la dirigente generale del Dipartimento della Conoscenza, ha informato una serie di istituti pubblici (inclusa una scuola di infanzia) della Provincia di Trento circa la prossima attivazione dei corsi di lingua, cultura e civiltà rumena (vedi documento in fondo alla pagina).

La cosa non è passata inosservata al consigliere provinciale dei cinque stelle Filippo Degasperi che ha deciso di approfondire meglio la questione depositando un’interrogazione alla giunta provinciale.

«È molto bizzarro – spiega Degasperi –  che ai fini dell’inclusione ci si muova nella direzione contraria a quella che un profano potrebbe ritenere indispensabile. Ovvero, anziché procedere a iniziative che consentano ai nuovi arrivati l’assimilazione della lingua, della cultura e della civiltà italiane, si promuovono interventi che vorrebbero “includere” gli studenti o il personale della scuola trentina nella cultura e nella civiltà rumena».

Degasperi chiede alla giuntse i corsi di lingua, cultura e civiltà rumena sono destinati agli studenti o al personale, se le iniziative prospettate nella nota citata sono state condivise e approvate dai collegi docenti degli istituti coinvolti e quali sono le caratteristiche che individuano e contraddistinguono la “civiltà rumena” e se le iniziative sono circoscritte a questa.

Inoltre il consigliere Provinciale chiede anche di sapere quali sono gli eventuali costi a carico della Provincia, come è stato individuato il docente indicato nella nota, quali verifiche ha effettuato la Provincia circa le competenze possedute dallo stesso e il dettaglio dei contenuti previsti dal corso e della retribuzione del docente.






One Comment to La Provincia promuove corsi di Rumeno nelle scuole. Quali sono i costi? Degasperi Interroga la giunta

  1. Liviu ha detto:

    gli costi quassi zero.al massimo il bidello e la luce.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*