Main Menu

Torna a galla il “caso” Olivieri nel silenzio assordante delle autorità

In prossimità della staffetta al vertice dell’A22, torna a galla il “caso” Olivieri, ex deputato e uomo di punta del PD trentino, senza che alcuno dei quesiti che avevamo posto sulla nomina dell’esponente politico nel consiglio di amministrazione dell’Autostrada del Brennero, sia stato risolto.

E’ probabile che gli interrogativi posti all’ANAC (Autorità nazionale anti corruzione) ancora nell’aprile dello scorso anno circa l’inconferibilità dell’avv. Olivieri in quel consiglio di amministrazione siano stati “dimenticati” nel profondo di qualche cassetto.

Di certo sappiamo, che a seguito della riorganizzazione dell’ANAC, la “pratica” Olivieri, precedentemente in carico dell’Ufficio Vigilanza Misure Anticorruzione, è stata riassegnata all’Ufficio Vigilanza sulla Imparzialità dei Funzionari Pubblici.

Nel giugno scorso, risollevammo all’ANAC la questione dell’inconferibilità dell’Olivieri , chiedendo, inoltre, la modifica del sito di A22, nella pagina “Società Trasparente” in osservanza della legge sulla trasparenza.

Nell’occasione, si chiedeva all’ ANAC, alla Corte dei Conti di Trento, al Responsabile anticorruzione della Provincia autonoma, al Responsabile della Trasparenza della Provincia autonoma, se l’avv. Olivieri avesse osservato quanto dispone la l.p. 11/2011 n. 11 che obbliga il titolare di assegno vitalizio (con due mandati parlamentari), al versamento alla Provincia dei compensi percepiti quale membro del CdA di A 22.

Richieste rinnovate nel luglio successivo, aggiungendo ai destinatari sopra menzionat, il presidente di A22 e il presidente della Provincia.

Tutto questo ha provocato, a tutt’oggi, l’assordante silenzio delle autorità.

Anche, il consigliere provinciale Claudio Cia, riprendendo quanto da noi pubblicato, ha presentato il 4 luglio 2017 l’interrogazione n. 4748 per chiedere al presidente Rossi se l’avv. Olivieri avesse provveduto agli obblighi della l.p. 11/20111 n. 11 e l’11 luglio 2017 l’interrogazione n. 4777 sulla illegittimità della nomina dell’avv. Olivieri nel CdA di A22.

Anche quelle interrogazioni sono tuttora inevase.

Per rinfrescare la memoria dei lettori, pubblichiamo, di seguito, gli articoli che si sono occupati del “caso” Olivieri.

A proposito di careghine, careghe e caregheroni……. pongo due sole domande

Olivieri: «la mia nomina è legittima!» Ma restano in piedi 2 domande….

PD: logica a «a doppio senso»

Oltre la curiosità…..

Sveleremo (prima o poi) l’arcano!

Olivieri ha riversato gli emolumenti percepiti alla Provincia?

Cia interroga sul caso “Olivieri”

E’ legittima la nomina dell’on. Olivieri nel CdA di A22 (Autostrada del Brennero)?






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*