Main Menu

Tripletta di Icardi, Milan in caduta libera

Nel derby ambrosiano l’Inter supera i “cugini” e conquista il secondo posto in classifica.

I Bauscia in vantaggio due volte si fanno rimontare dal Diavolo ma sui titoli di coda Mauro Icardi trasforma il calcio di rigore decretato dall’arbitro Tagliavento.

La difesa di Montella concede spazi e occasioni, poco registrata mostra sbavature individuali e di reparto.

Il Napoli colleziona la vittoria esterna all’Olimpico di Roma e si conferma capolista a punteggio pieno. Per la Lupa Dzeko mira la traversa, Fazio coglie il palo. I Partenopei espugnano la capitale e staccano gli avversari diretti.

I Campioni d’Italia di Massimiliano Allegri scivolano allo Stadium contro le Aquile romane.

I biancocelesti (vincono dopo 15 anni nella città Sabauda) agganciano i bianconeri in classifica. La Juve colpisce 2 legni con Higuain e Dybala. Allo scadere (al minuto 90’ +7’) La Joya sbaglia ancora il tiro dal dischetto.

Simone Inzaghi batte per la seconda volta in pochi mesi Max Allegri. Il 13 agosto scorso nella finale di Supercoppa italiana Murgia regala la vittoria al minuto 93.

Tre sono i rigori decretati e trasformati, annottiamo la tripletta di Icardi e le doppiette del friulano Thereau e di Ciro Immobile, autorete dello spallino Salamon nella gara di Bologna e di Handanovic nel derby della Madonnina.

IL PUNTO Ventotto sono le reti realizzate nell’ottava giornata di serie A.

Quattro, sono le vittorie tra le mura amiche (Inter, Sampdoria, Bologna, Fiorentina), tre i successi esterni (Napoli, Lazio, Genoa), due sono i pareggi (Sassuolo-Chievo, Crotone-Torino).

IN PRIMO PIANO – Il Napoli conferma il miglior attacco con 26 reti, in attesa del posticipo al Bentegodi il peggiore reparto offensivo è del Benevento. Le difese meno perforate sono quelle di Napoli, Inter e Roma (5 reti al passivo).

SERIE A – Dopo 720 minuti la classifica è la seguente: Napoli (24) – Inter (22) – Juventus, Lazio (19) – Roma (15) – Bologna, Sampdoria (14) – Torino (13) – Milan, Chievo (12) – Fiorentina (10) – Atalanta (9) – Cagliari, Udinese, Crotone (6) – Spal, Sassuolo, Genoa (5) – Verona (3) – Benevento (0).

(*Sampdoria, Roma, Verona, Benevento una partita in meno).

Nella classifica capocannoniere si registra il “cambio della guardia”, Immobile comanda con 11 centri, podio d’argento per Dybala con 10 reti, piazza di bronzo per Icardi con 9 sigilli.

IL TABELLINO –

Inter-Milan (3-2) -28’ 63’ 90’ rigore Icardi (I), 56’ Suso (M), 81’ autorete di Handanovic (M)-

Sampdoria-Atalanta (3-1) -21’ Cristante (A), 56’ Zapata (S), 59’ Caprari (S), 68’ Linetty (S)-

Bologna-Spal (2-1) –30’ Poli (B), 49’ autorete Salamon (B), 88’ Antenucci (S)-

Cagliari-Genoa (2-3) -8’ Galabinov (G), 35’ Taarabt (G), 48’ Pavoletti (C), 75’ Rigoni (G), 79’ rigore Joao Pedro (C)-

Crotone-Torino (2-2) -25’ Rohden (C), 53’ Falque (T), 63’ Martella (C), 90’+2’ De Silvestri (T)-

Fiorentina-Udinese (2-1) -28’ 57’ Thereau (F), 72’ Samir (U)-

Roma-Napoli (0-1) -20’ Insigne (N)-

Juventus-Lazio (1-2) -23’ Douglas Costa (J), 47’ 54’ rigore Immobile (L)-

Finisce a reti bianche: Sassuolo-Chievo (0-0).

IL POST – Questa sera si gioca il posticipo del lunedì tra Verona e Benevento (20.45).

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it             www.perego1963.it



« (Previous News)



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*