Main Menu

La Signora in giallo, Bonucci vede il rosso

I Campioni d’Italia espugnano il terreno delle zebrette friulane con lo score da circolo del tennis. Ridotti in 10 per l’espulsione comminata a Mandzukic, i bianconeri recuperano in classifica 3 punti pesanti su Napoli e Inter.

Nella stracittadina scaligera il Chievo supera i gialloblù di mister Pecchia con un risultato in altalena, Roberto Inglese sugli scudi nel vibrante match del mezzogiorno al Bentegodi. A Ferrara nel derby emiliano il Sassuolo vince di misura conto la Spal.

Al San Paolo i Partenopei e i Bauscia si dividono la posta in palio. Handanovic e Skriniar i migliori in campo per la squadra meneghina, nota di merito per l’azzurro Albiol.

Leonardo Bonucci espulso alla Scala del calcio complica i piani di Vincenzo Montella. In inferiorità numerica il Diavolo non riesce a superare il Grifone che strappa un punto salvezza.

La Lupa, dopo il pareggio a Londra con il Chelsea, è corsara all’Olimpico di Torino. I capitolini si collocano al quinto posto con una partita da recuperare.

Nel posticipo domenicale le Aquile romane piegano il Cagliari al Foro Italico e agganciano la Juventus. E’ un debutto amaro, un ritorno sulla panchina dei sardi del tecnico, Diego Luis Lopez.

Infine, il Benevento subisce la nona sconfitta consecutiva dall’inizio del campionato di serie A. Record negativo, in precedenza detenuto dal Venezia nella stagione 1949-1950.

Quattro sono i rigori decretati e trasformati, annottiamo la tripletta di Sami Khedira, le doppiette di Immobile e del clivense Inglese, l’autorete del friulano Samir.

IL PUNTO Ventisette sono le reti realizzate nella nona giornata di serie A.

Quattro, sono le vittorie tra le mura amiche (Lazio, Sampdoria, Chievo, Atalanta), quattro i successi esterni (Juventus, Roma, Fiorentina, Sassuolo), due i pareggi (Napoli-Inter, Milan-Genoa).

IN PRIMO PIANO – La Juventus è il miglior attacco con 27 reti, il peggiore reparto offensivo è del Benevento (2 centri). Le difese meno perforate sono quelle di Napoli, Inter e Roma (5 reti al passivo).

SERIE A – Dopo 810 minuti la classifica è la seguente: Napoli (25) – Inter (23) – Juventus, Lazio (22) – Roma (18) – Sampdoria (17) – Chievo (15) – Bologna (14) – Torino, Milan, Fiorentina (13) – Atalanta (12) – Sassuolo (8) – Cagliari, Udinese, Crotone, Verona, Genoa (6) – Spal (5) – Benevento (0).

(*Sampdoria, Roma una partita in meno).

Nella classifica capocannoniere, Immobile comanda con 13 centri, podio d’argento per Dybala con 10 reti, piazza di bronzo per Icardi con 9 sigilli.

IL TABELLINO –

Lazio-Cagliari (3-0) -7’ rigore 41’ Immobile (L), 49’ Bastos (L)-

Udinese-Juventus (2-6) -8’ Perica (U), 14’ autorete Samir (J), 20’ 59’ 87’ Khedira (J), 47’ Danilo (U), 52’ Rugani (J), 90’ Pjanic (J)-

Torino-Roma (0-1) -69’ Kolarov (R)-

Spal-Sassuolo (0-1) -1’ Politano (S)-

Atalanta-Bologna (1-0) -71’ Cornelius (A)-

Benevento-Fiorentina (0-3) -18’ Benassi (F), 47’ Babacar (F), 66’ rigore Thereau (F) –

Chievo-Verona (3-2) -5’ Verde (V), 22’ 29’ Inglese (C), 54’ rigore Pazzini (V), 74’ Pellissier (C)-

Sampdoria-Crotone (5-0) -3’ Ferrari (S), 11’ rigore Quagliarella (S), 39’ Caprari (S), 71’ Linetty (S), 76’ Kownacki (S)-

Finiscono a reti bianche: Napoli-Inter (0-0) e Milan-Genoa (0-0).

IL POST – Martedì (24 ottobre) e mercoledì (25 ottobre) si gioca la decima giornata di campionato.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it             www.perego1963.it






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*