Main Menu

Il consigliere deposita un'interrogazione per vederci chiaro.

La PAT finanzia con 2,5 milioni la costruzione di un campo di Golf, Degasperi: «Spendere di più per avere meno»

La Provincia autonoma di Trento ha stanziato fondi che coprirebbero i 2/3 dell’opera, procedendo successivamente ad intimare l’avviamento della stessa, pena la revoca del contributo assegnato.

«Con l’ultima variante sono state stralciate diverse opere, – riporta una nota del consigliere Degasperi – tra le quali la realizzazione degli spogliatoi, degli uffici, nonché la creazione di un deposito materiali e mezzi. In sostanza, si è deciso di spendere di più per avere di meno».

L’ampliamento della struttura al fine di arrivare a 18 buche, ha visto variare il preventivo di spesa da € 2.081.023,02, ad un picco di € 2.985.670,00, fino ad un definitivo di € 2.508.000,00 autorizzato con Verbale di deliberazione n. 257 della Giunta Comunale di Folgaria datato 30.09.2013.

«Le varianti economiche non debbono trarre in inganno perché, – ricorda il consigliere pentastellato –  particolarmente, tra il primo preventivo di spesa e l’ultimo, varia solo il fatto che con l’ultimo sono state stralciate (e non aggiunte come si potrebbe invece pensare) diverse opere, tra le quali la realizzazione degli spogliatoi per i giocatori, degli uffici, nonché la creazione di un deposito materiali e mezzi. In sostanza, si è realizzata un’opera spendendo di più per avere di meno.  Peraltro sembra che ab origine il Comune di Folgaria avesse inteso utilizzare delle aree già espropriate, salvo poi destinare ulteriori € 214.799,00 per acquisti, espropri, ed occupazioni temporanee, per un totale di € 390.000,00 causati dalle varianti. Sembra poi che una delle aree interessate (Malga Schwenter) sia stata lasciata cadere in disuso».

La Determinazione n. 398 del giorno 11.12.2014, prevedeva una spesa complessiva per € 2.468.987,90. Ad abundantiam, il Comune di Folgaria prevedeva un duplice utilizzo dell’impianto da golf, utilizzandolo altresì come impianto sciistico nella relativa stagione. Degasperi evidenzia peraltro che la PAT ha stanziato fondi per € 1.727.181,20 al fine della realizzazione di
quest’opera, e che la stessa Provincia, con provv. n. 829 del 27.04.2011 intimava l’avviamento dell’opera, pena revoca del contributo assegnato.

Con un’interrogazione il Movimento 5 Stelle, tra i vari quesiti, chiede se il contributo della Provincia sia stato poi effettivamente erogato e quali siano le ragioni a fondamento di una spesa superiore per la realizzazione minore di opere.






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*