Main Menu

MEUT 2017: simulare il processo decisionale europeo per riscoprire il valore del compromesso

Dal 16 al 18 novembre si rinnova l’appuntamento con Model European Union Trento,  simulazione del processo decisionale europeo che si terrà presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale.

Un’opportunità per scoprire nuovi punti di vista sul tema Europa rivolta a un centinaio di studenti locali e internazionali dell’ateneo trentino. Organizzano l’associazione studentesca Model European Union Trento e il Centro Europeo Jean Monnet dell’Università di Trento

Spesso si sente parlare di Europa, e nemmeno in toni troppo lusinghieri, ma non si sente mai parlare di come l’Europa realmente funzioni. Per capire meglio come stanno veramente le cose bisogna mettersi nei panni dell’altro. La simulazione “MEUT 2017” si atterrà il più possibile a quanto realmente accade a eurodeputati e ministri durante i lavori in Parlamento e in Consiglio. Infatti tutti i partecipanti avranno un ruolo assegnato ben preciso e dovranno convincere gli altri colleghi a sostenere le proprie proposte durante due giorni di dibattiti e votazioni.

Oltre a comprendere il funzionamento dell’Unione europea, un altro obiettivo per questo tipo di simulazione sarà creare una discussione realmente produttiva. Quello che caratterizza questa esperienza, infatti, è il dibattito visto non come contrasto tra una maggioranza e un’opposizione, ma come sintesi tra parti differenti. L’Europa è un mosaico di culture e realtà diverse e la colla che la tiene insieme è il compromesso che i singoli stati e le singole fazioni politiche riescono a trovare tra loro.

La simulazione si terrà dal 16 al 18 novembre 2017 presso il Dipartimento di Sociologia dell’Università di Trento. Nella giornata di giovedì 16 avrà luogo la cerimonia di apertura, in cui verrà proposto un dibattito sul tema dei regionalismi europei a cura del professore associato di diritto costituzionale comparato Jens Woelk. Venerdì 17 e sabato 18 saranno interamente dedicati alla discussione delle proposte – realmente discusse a Strasburgo – che riguardano tematiche di particolare attualità quali la sicurezza comune e lo sviluppo sostenibile nei Paesi terzi.

L’evento è organizzato dall’associazione Model European Union Trento in collaborazione del Centro Europeo Jean Monnet dell’Università di Trento e al sostegno finanziario della Provincia autonoma di Trento. Il valore dell’iniziativa è stato riconosciuto dalle istituzioni europee (Parlamento e Commissione), da quelle locali (Provincia di Trento e Comune di Trento) che hanno concesso il patrocinio, e dalla stessa università che riconosce crediti formativi ai partecipanti.






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*