Main Menu

L’atmosfera natalizia tra i mercatini artigianali allestiti negli avvolti

Dal 2 dicembre al 7 gennaio Faedo sarà il «paese del presepe»

Per il secondo anno sarà riproposto a Faedo, su iniziativa della Pro Loco, il più grande presepe del Trentino. Si tratta di una proposta creativa destinata a stupire i visitatori per la sua originalità, che è stata illustrata oggi a Trento nell’ambito della piattaforma di comunicazione Cultura Informa dal presidente Stefano Fontana. Sono intervenuti all’incontro con i giornalisti il sindaco di Faedo, Carlo Rossi; la vicesindaco, Viviana Brugnara; il direttore della Federazione delle Pro Loco, Ivo Povinelli, e il priore della Confraternita degli Stellari, Bruno Filippi.

Per oltre un mese – dal 2 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 – non appena si entrerà nel cuore di Faedo ci si troverà immersi in un grande presepe composto da più di 70 statue a grandezza naturale raffiguranti persone intente a svolgere i lavori tipici della vita di un tempo. Passo dopo passo si potranno scoprire le varie scene allestite negli angoli più caratteristici del paese nascoste tra le stradine strette, i porti e i caratteristici ‘vòlti’ dove ancora si possono assaporare antichi sapori.

Dal falegname alle donne che lavorano la lana e che fanno il pane, dai bambini che giocano e ascoltano storie fino alla stalla ricreata in un antico avvolto destinato un tempo proprio al ricovero degli animali: tutti i personaggi contribuiranno ad animare il borgo al centro del quale, nella piazza, sarà rappresentata scena principale con la Sacra Famiglia in una piccola capanna. Di sicuro effetto e suggestione durante le ore notturne, il presepe sarà visitabile tutti i giorni, a qualsiasi ora, da sabato 2 dicembre a domenica 7 gennaio.

La magica rappresentazione culminerà la sera di venerdì 5 gennaio con la tradizionale ‘Canta della Stella’ in cui un lungo corteo di figuranti, con i Re Magi, farà tappa ad ogni scena intonando i canti natalizi di un tempo. In tardo pomeriggio il paese si spegnerà interamente per lasciarsi illuminare solamente dalle fiaccole sistemate lungo le strette vie dell’antico borgo. Al di là del profondo significato religioso simboleggiato, la processione rappresenta senz’altro un’occasione speciale per assaporare questa tradizione popolare tra canti, musica, cultura e gastronomia.

La novità di quest’anno è rappresentata dal ‘Mercatino della Stella’, un mercatino artigianale allestito tra le varie scene del presepe, all’interno di antiche cantine e stalle, aperto durante tutti i fine settimana di dicembre, a partire da sabato 2 e fino alla vigilia di Natale, dalle ore 10 alle ore 18. Le proposte per i regali di Natale che si potranno trovare sono davvero molte e variegate: dall’oggettistica natalizia a piccole manifatture e sculture in legno, fino ai classici oggetti in feltro e bigiotteria – e il tutto rigorosamente fatto a mano.

Nel ‘paese del presepe’ non mancheranno momenti dedicati ai più piccoli. Si inizierà sabato 2 dicembre con un incontro dedicato alle letture ad alta voce, proposto dalle volontarie del progetto provinciale “Nati per leggere”. Domenica 3 dicembre sarà proposto un laboratorio da parte del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina per la realizzazione di biglietti natalizi e domenica 10 dicembre andrà in scena uno spettacolo teatrale di burattini a cura di Luciano Gottardi. Nei pomeriggi di venerdì 8, domenica 24 e martedì 26 dicembre, saranno invece proiettati cartoni animati per bambini.

Ma il ricco programma previsto non si ferma qui. Per scoprire tutte le attività previste, visita il sito ‘Vivere a Faedo o la pagina Facebook della Pro Loco di Faedo.






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*