Main Menu

Molti sacchetti bio finiranno in discarica e il cittadino pagherà due volte. Seab Bolzano: meglio quelli di carta

I nuovi sacchetti bio per l’ortofrutta, tanto discussi e tanto odiati per il sovrapprezzo a carico dei cittadini, sono stati ritenuti necessari per una scelta ecologica ovvero sono compostabili che finiscono nella raccolta organica. 

A quanto pare però non tutte le buste finiranno smaltite come dovrebbero, molte potrebbero andare in discarica ed essere così pagate due volte dai cittadini. La prima al supermercato e la seconda nella tariffa rifiuti, visto che i costi di smaltimento degli scarti vengono addebitati in bolletta.

Quando i sacchetti bio entrano negli impianti che producono biogas e biometano dai rifiuti organici creano, infatti, diversi problemi e vengono eliminati all’ingresso.

Secondo la Seab di Bolzano, società di igiene urbana “da noi i cosiddetti sacchetti ecologici non sono adatti per la raccolta dell’organico. Utilizzate quelli in carta. Il tempo di degradazione di questi sacchi ecologici, significativamente più lungo rispetto agli altri materiali raccolti, influirebbe sull’intero processo. Inoltre, questi sacchi spesso si incastrano tra le lame del frantumatore causando dei guasti al sistema”.






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*