Main Menu

Riva del Garda celebra il giorno della Memoria

RIVA DEL GARDA – Il 27 gennaio del 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

Quel giorno è stato scelto dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per commemorare le vittime dell’Olocausto. Il Comune di Riva del Garda celebra il Giorno della Memoria 2018 con un cartellone di iniziative che si tengono dal 23 al 29 gennaio.

Primo appuntamento, martedì 23 gennaio: la Stagione teatrale dei Comuni di Arco, Riva del Garda e Nago-Torbole propone al Palazzo dei congressi di Riva dei Garda (inizio alle 21) «Perlasca. Il coraggio di dire no», spettacolo scritto e interpretato da Alessandro Albertin, a cura di Michele Ottolini, una produzione Teatro de gli incamminati e Teatro di Roma – Teatro Nazionale in collaborazione con Overlord Teatro e con il patrocinio della Fondazione Giorgio Perlasca (ingresso a pagamento).

Venerdì 26 gennaio nella sala pubblica al terzo piano della biblioteca civica (inizio alle 17) si tiene l’incontro «Ernesta Bittanti Battisti; la voce del dissenso», a ottant’anni dalle leggi razziali antiebraiche, con l’intervento di Vincenzo Cali e Beatrice Primerano dell’Universita di Trento; a seguire «Enzo Ravenna e Carla Tonini: una vicenda rivana», a cura del gruppo di lettura «Il tè delle letture», da «Storie ritrovate» di Maria Luisa Crosina (regia di Sabrina Simonetto; ingresso libero).

Sabato 27 gennaio, Giorno della Memoria, due gli appuntamenti: nella sala pubblica al terzo piano della biblioteca civica (inizio alle 10) la proiezione del documentario di Franco Delli Guanti «Berlin, Tiergartenstrasse. L’altra Shoah» (Anffas Trentino Onlus) su una pagina di storia dolorosa e spesso poco conosciuta, l’atroce progetto di eutanasia nazista che coinvolse trecentomila disabili e malati mentali, una sorta di mostruosa prova generale della Shoah. Con le testimonianze di Marco Paolini, Michael von Cranach, Riccardo Di Segni, Alex Zanardi, Carlo Casonato, Luciano Enderle, Valerie Fontanari, Mario Paolini, Virginia Reggi, Alice Ricciardi von Platten, Maike Rotzoll e Kurt Schulte (ingresso libero).

Il secondo appuntamento si svolge al Palazzo dei Congressi di Riva del Garda (inizio alle 20.30) ed è una serata dedicata alle vittime della Shoah dal titolo «Note di libertà», con letture a cura di Maria Luisa Crosina, accompagnata al pianoforte da Francesco Maria Moncher, con il Corpo bandistico Riva del Garda diretto da Mario Luteroth e il coro Anzolim de la Tor diretto da Giuseppina Parisi. (con il sostegno di ANPI Alto Garda e Treno della Memoria; ingresso libero).

Lunedì 29 gennaio all’auditorium del Conservatorio (inizio alle 21) nell’ambito del cineforum Lunedì Cinema si proietta il film di Costantin Costa Gavras «Music Box» (Usa, 1989, durata 123 minuti), con Jessica Lange, Frederic Forrest, Armin Mueller-Stahl, Lukas Haas, Michael Rooker. Il film è ispirato a un fatto realmente accaduto, il processo a John Demjanuk, immigrato ucraino che dopo aver lavorato per diversi anni a Cleveland come operaio in una fabbrica d’auto venne accusato di essere il famigerato «boia di Sobibor», complice del massacro di 28 mila ebrei durante il secondo conflitto mondiale (ingresso con tessera FIC, sottoscrivibile la sera della proiezione, valida per l’intera stagione).

Inoltre, per tutta la durata delle celebrazioni, dal 23 al 29 gennaio, la biblioteca civica di Riva dei Garda allestisce nei propri spazi una esposizione bibliografica a tema.






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*