Main Menu

GdF maxi sequestro di droga: la mala pensava ai Bitcoin.

La Guardia di Finanza (GdF) di Ponte Chiasso (CO), lo scorso 16 gennaio, ha sequestrato circa quattro quintali di droga (marijuana e hashish) provenienti con un camion dalla Spagna. Il controvalore degli stupefacenti sul mercato nero sarebbe stato di circa 3,4 milioni di euro.

L’autista spagnolo, che aveva 100 mila euro in contanti in una scatola nascosta nella cabina di guida, è stato arrestato assieme a tre cittadini italiani fra i quali il proprietario di uno stabile di Castronno (VA) che il gruppo utilizzava come deposito temporaneo per la droga prima di distribuirla in Svizzera ed in Italia nelle province di Como, Milano, Bergamo, Varese e Bologna.

Secondo la Guardia di Finanza, gli arrestati stavano mettendo a punto un sistema per regolare le operazioni di pagamento della droga attraverso i Bitcoin per sfruttarne le caratteristiche di anonimato e non tracciabilità.

Il sequestro è il risultato di un’inchiesta antidroga, condotta dalla GdF di Como in collaborazione con la Polizia ticinese, che durava da mesi e aveva già portato all’arresto di sette persone, di cui tre cittadini svizzeri, oltre alle quattro finite in manette martedì.

A cura di Mario Amendola






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*