Main Menu

Domani sera Eurocup con il messicano subito in campo

Ale Gentile: «Porcheria Gutierrez. Scuse? Le dovrebbe a mio fratello, ma non dietro a un comunicato»

Coach Ramagli lo aveva chiamato rodeo. Le puntate sono già state molte (almeno 4 o 5 articoli li abbiamo dedicati) ma il duello rusticano tra Virtus Bologna e Aquila Trento (o meglio tra due loro tesserati) offre una nuova puntata a 48 ore dalla mega rissa tra Jorge Gutierrez e Alessandro Gentile

Quest’ultimo, punito più di tutti con tre giornate di squalifica, oggi pomeriggio ha scritto un lungo post su Instagram dove non pare avere pienamente gradito le scuse arrivate ieri sera, a mezzo comunicato Dolomiti Energia Trentino, dal playmaker messicano e da Dominique Sutton (il primo ha preso due giornate di squalifica in campionato, il secondo una convertita in multa). Inoltre Ale Gentile, già nazionale italiano, ha anche accusato i molti tifosi che lo hanno attaccato sui social di essere moralisti e perbenisti.

Queste sono cose che non dovrebbero mai capitare… scene brutte e sicuramente non educative per i tanti tifosi che ci seguono, soprattutto per i più piccoli. Per questo motivo sono assolutamente d'accordo che siano gesti da condannare… Detto questo però, penso sia giusto sottolineare un altra cosa.. Sono un giocatore e una persona molto corretta e molto rispettosa sia nei confronti degli avversari che dei miei compagni e non sono mai stato coinvolto in una cosa del genere. Il gesto che è stato fatto in quel momento da un giocatore avversario verso un mio compagno ( e vorrei sottolineare per chi non se ne fosse accorto che in quel caso il compagno in questione si chiamasse STEFANO GENTILE: MIO FRATELLO ) è stata una grande porcheria.. questo non giustifica la reazione ma penso che chi ha dei fratelli o sorelle a cui è legato per davvero e non per finta possa capire… Lo capirebbe chiunque in realtà, basterebbe solo avere la mente sgombra da pregiudizi. Ho letto di scuse da parte di chi ha fatto quel gesto verso i suoi compagni, allenatori , società, tifosi… L'unica persona con cui si sarebbe dovuto scusare è quello a cui ha provato a sferrare un pugno in pieno volto , e non certo dietro un comunicato ma bensì alzando il telefono. Cosa che non ha fatto, anche se le scuse su un comunicato stampa piacciono a tutti in questo mondo social..Ribadendo che questi sono assolutamente gesti da condannare ed ERRORI, vorrei anche dire che il finto perbenismo e moralismo di gente che non ha una singola idea di cosa vuol dire vedere aggredito un fratello, è anche esso un grandissimo ERRORE nonché sintomo di grandissima ignoranza… Per chiudere vorrei chiedere scusa ai miei compagni e alla mia squadra tutti compresi per aver danneggiato loro e per dover scontare una squalifica.. Nonostante questo sono sicuro e fiducioso che il nostro processo di crescita continuera… penso che sia giusto ora smettere di parlare di questo episodio è guardare oltre… chi ha sbagliato pagherà .. fine della storia… grazie a tutti per il supporto… FORZA VNERE

A post shared by Alessandro Gentile (@alegentile5) on

Intanto domani sera Trento, compreso Gutierrez, sarà in campo per un match decisivo di Eurocup: questo è il Round 4 di 7Days EuroCup al PalaTrento contro il Buducnost Voli Podgorica (palla a due alle ore 19.00).

MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “La sconfitta del match di andata della scorsa settimana non rende facile la nostra rincorsa ai quarti di finale, ma credo possa darci alcuni insegnamenti preziosi. A Podgorica siamo stati penalizzati da un brutto avvio di partita, in cui abbiamo concesso troppo ai nostri avversari: ci abbiamo messo troppo a prendere le giuste contromisure, anche a livello mentale, e dopo che nel prosieguo della partita siamo riusciti a giocare meglio ci è mancata un po’ di brillantezza nel finale per contenere il divario. Quei buoni minuti in cui siamo stati capaci di rientrare nel punteggio ci insegnano che per battere il Buducnost non possiamo permetterci di partire di nuovo “ad handicap”: ci serve una buona spinta iniziale, più attenzione, più intensità nell’impatto partita. Abbiamo faticato a farlo nelle ultime settimane, dobbiamo fare di più. Nel resto della partita poi cercheremo di rimanere concentrati, lucidi e compatti per provare, minuto dopo minuto, a ribaltare il -13 della partita di mercoledì scorso: per farlo contiamo anche sulla spinta dei nostri tifosi”.






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*