Main Menu

Profughi a Giustino, “Poca trasparenza e nessun coinvolgimento, come al solito.” – di Sergio Manuel Binelli

Gentile direttore,
osservando i dati del Cinformi si è venuti a conoscenza che nelle Valli Giudicarie sono presenti 37 profughi (il mese scorso erano 36), e per essere precisi: 4 nel Bleggio Superiore, 8 a Comano Terme, 4 a Stenico, 3 a Tione di Trento, 12 a Sella Giudicarie (il mese scorso erano 11), 4 a Borgo Chiese e 2 a Giustino.

Ormai la questione dell’accoglienza è sempre all’ordine del giorno, quindi salterò gli aspetti già detti e ridetti; quello che però mi sorprende di più è che su alcuni di questi arrivi si sia detto poco o niente e che non siano stati coinvolti realmente i cittadini.

Ad esempio a Giustino non mi risulta sia stata fatta un’adeguata informazione, perché ad esempio sarebbe anche interessante sapere qualcosa di più sulla contabilità di queste strutture accoglienti e su chi stiamo accogliendo; a Tione di Trento stessa cosa, come anche nella zona del Bleggio dove a Santa Croce, pochi mesi fa, sono stati allontanati tre profughi (con tanto di pattuglia dei Carabinieri) per motivi ad oggi ancora sconosciuti; com’è anche un mistero il fatto di dove siano finiti queste persone allontanate dopo che il Commissariato del Governo ne ha revocato l’accoglienza.

Siamo quindi alle solite: poca trasparenza e nessun coinvolgimento della cittadinanza. E i sindaci cos’hanno da dire in proposito? Al bar si urla contro l’accoglienza e in Comune ci si mette la maschera civica e non si dice più nulla? E la Comunità di Valle delle Giudicarie non pensa sia ora di relazionare sui risultati, positivi e negativi, dei progetti di accoglienza avviati in questi ultimi anni nei nostri territori? Si attendono risposte, che ovviamente non verranno mai date: l’omertà domina inesorabile anche nelle nostre Valli.

Sergio Manuel Binelli
Coordinatore organizzativo di AGIRE per il Trentino






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*