Main Menu

Animalisti denunciano: in Trentino i pastori sparano ai lupi.

A denunciare la cosa è l’associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente (in sigla AIDAA). «Nessuno ne parla, – riporta una nota dell’associazione – come se il problema si fosse estinto con l’ennesimo rinvio del Piano Lupo a data da destinarsi, invece la questione delle uccisioni dei lupi da parte dei pastori e degli allevatori di greggi in Trentino Alto Adige e sugli Appennini è tutt’altro che sopito».

Sono una ventina le segnalazioni che sono giunte in questi mesi invernali all’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente di possibili uccisioni di lupi avvenute in Trentino Alto Adige e in Toscana, lupi uccisi e poi sotterrati nei poderi degli stessi allevatori e spesso anche cacciatori, ma si pensa siano di più gli animali ammazzati a fucilate solo perché si sarebbero avvicinati alle greggi spesso mal custoditi in cerca di cibo nelle fredde giornate invernali.

«Non ci stupiamo- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- che gli allevatori possano aver ammazzato i lupi, del resto quando ci sono associazioni di categoria degli allevatori e politici che predicano il diritto di difendersi a fucilate dai lupi be, non c’è da stupirsi se poi qualcuno li ascolta e mette in pratica, commettendo un reato,quanto annunciato da persone irresponsabili e assassine».






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*