Main Menu

Condannato falso medico in Trentino scoperto da Striscia: 8 mesi e 126 mila euro

Davide Iannone, il falso medico di origini napoletane che ha esercitato in Trentino tra il 2014 e il 2017, è stato condannato a risarcire l’azienda sanitaria con 126 mila euro e ha patteggiato 8 mesi di reclusione con la condizionale dopo aver confessato tutto.

Iannone, 46 anni, è stato beccato lo scorso marzo anche da “Striscia la Notizia” con l’inviato Moreno Morello al quale assicurò che avrebbe mostrato il suo certificato di laurea, cosa che invece non ha mai avuto. Il falso medico, in teoria, avrebbe conseguito il titolo di studio all’università “Federico II” di Napoli ma poi si era registrato all’ordine dei medici di Cagliari prima di chiedere il trasferimento a Roma.

Tra il 2014 e il 2017 Iannone aveva esercitato abusivamente la professione di medico in Trentino tra la Val di Fassa e Lavis, comune limitrofo a nord di Trento. La sua preparazione era basata su autodidattica e su internet, insomma aveva accumulato nozioni qua e là e aveva una certa familiarità con la materia. In realtà è soltanto diplomato in ragioneria.

Una volta scoperto sono partite le indagini e il falso medico si era dimesso ufficialmente per motivi di salute. Iannone ha collaborato con la giustizia e, dopo aver confessato tutto, ha potuto usufruire di tutte le attenuati per patteggiare una pena mite e in pratica evitare il carcere ma ha dovuto risarcire l’azienda sanitaria trentina con 126 mila euro che corrisponderebbero agli stipendi indebitamente percepiti.






Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*